Road Lighting
Sostenibilità

L’illuminazione artificiale rappresenta il 20% dell’energia elettrica consumata nel mondo

Siamo veramente consapevoli di quanto sia necessario proteggere il nostro ambiente naturale e preservare la vita sul pianeta per le generazioni future? I catastrofisti vogliono farci credere che la fine è vicina, ma in realtà questa è l’alba dell’era della consapevolezza. Il termine sostenibilità è entrato a far parte del nostro lessico e oggi viene preso in seria considerazione. Il controllo delle emissioni nocive, la necessità di ridurre il consumo energetico e lo spreco, e la promozione delle fonti rinnovabili, finalmente sono stati compresi e sono attivamente promossi a livello nazionale e internazionale.

L’illuminazione elettrica ha un fortissimo impatto sulla sostenibilità. Thorn riconosce pienamente la propria responsabilità e, con il programma PEC, ha introdotto una filosofia ad ampio spettro che evidenzia un approccio consapevole alla progettazione e alla realizzazione dell’illuminazione.

I fattori chiave della sostenibilità nell’illuminazione sono eco-design, efficienza e riciclaggio pianificato alla fine del ciclo di vita del prodotto.

Il design eco-compatibile di un apparecchio è di per sé un viaggio entusiasmante nel ciclo di vita del prodotto. Progettazione, realizzazione, installazione, utilizzo e manutenzione fino al processo di smantellamento e riciclaggio a fine vita. Le credenziali di progettazione eco-compatibile di ogni famiglia di prodotti Thorn sono ampiamente documentate in un Profilo ambientale del prodotto che dimostra la conformità alle direttive europee sullo smaltimento dei rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE) e sulla restrizione dell’uso delle sostanze pericolose (RoHS). La produzione eco-compatibile garantisce l’utilizzo della quantità minima di materiali vergini e di sostanze nocive utilizzate durante il ciclo di vita, e metodi di produzione conformi alla norma ISO 14001.

Durante il funzionamento l’apparecchio consuma la quantità più elevata di energia. Per ogni kWh di energia, 0,42kg di CO2 vengono rilasciati nell’atmosfera e si aggiungono ai gas serra che causano il surriscaldamento globale.

Il design delle ottiche di un apparecchio e la scelta della combinazione di lampada e reattore hanno un impatto diretto sul consumo di energia. Oggi, grazie al loro controllo accurato, le ottiche assicurano che la luce venga fornita conformemente alle intenzioni del progettista, senza sprechi e dispersioni. Apparecchi di illuminazione stradale ad alto rendimento, chiusi e dotati di lampade e posizioni ottiche regolabili, consentono l’ottimizzazione degli impianti di illuminazione usando il minor numero possibile di apparecchi e pali.

Infine, gli apparecchi devono essere progettati per essere facilmente smontati e riciclabili. In questa maniera è possibile applicare l’approccio sostenibile alla progettazione del prodotto e all’intero ciclo di produzione. Grazie a queste pratiche di buona gestione delle risorse, di maggiore efficienza energetica e con l’impiego di nuove tecnologie e la promozione di energia rinnovabile, possiamo essere sicuri di garantire il nostro futuro.