Home / Soluzioni / Applicazioni / Trasporti / L'aeroporto di Bergamo-Orio al Serio “Il Caravaggio”

L'aeroporto di Bergamo-Orio al Serio “Il Caravaggio”

Prodotti

  • “Il Caravaggio”
  • “Il Caravaggio”
  • “Il Caravaggio”
  • “Il Caravaggio”
  • “Il Caravaggio”
  • “Il Caravaggio”
  • “Il Caravaggio”
  • Efficienza della lampada

    Efficienza della lampada

    Ensuring the lamp efficiently S’assurer que la lampe convertit efficacement l’électricité en lumière (lm/W).

  • Classificazione del reattore

    Classificazione del reattore

    Controllando l’elettricità fornita alla lampada (Indice di Efficienza Energetica).

  • Distribuzione dell’apparecchio

    Distribuzione dell’apparecchio

    Controllando l’emissione luminosa utilizzando ottiche che modificano e sagomano la luce nella corretta direzione.

  • Efficienza del sistema

    Efficienza del sistema

    Combinando controllo ottico e termico all’interno dell’apparecchio (lm/W dell’apparecchio).

  • Rilevazione di Presenza/assenza

    Rilevazione di Presenza/assenza

    Per fornire illuminazione solo quando serve.

  • Luce diurnal

    Luce diurnal

    sfruttando la luce naturale.

  • Illuminamento costante

    Illuminamento costante

    Fornendo i corretti livelli di illuminamento per la durata del periodo di manutenzione.

  • Impostazione delle scene del compito visivo

    Impostazione delle scene del compito visivo

    Permettere all’utilizzatore di impostare le scene ed adattare la luce ai diversi compiti visivi.

  • Spegnimento

    Spegnimento

    Cut-off automatico per spegnere tutte le luci nelle ore di non utilizzo dei locali.

  • Illuminazione del compito visivo

    Illuminazione del compito visivo

    le zone del compito visivo con la corretta quantità di luce.

  • Illuminazione zonale

    Illuminazione zonale

    Illuminazione zonale in base al tipo di occupazione del locale o alla posizione delle finestre.

  • Programma di manutenzione

    Programma di manutenzione

    Adattare i programmi di manutenzione in base all’età del prodotto, alla performance e all’ambiente.

  • Disperdere luce

    Disperdere luce

    Eliminare la luce dispersa che non colpisce l’obiettivo previsto.

  • Riflessione

    Riflessione

    sfruttare la luce riflessa dalle superfici nello spazio.

  • Monitoraggio intelligente

    Monitoraggio intelligente

    Consente di visualizzare velocemente i risultati delle azioni, come il maggiore o minore uso di energia, per incoraggiare il consumo energetico responsabile.

Conosciuto a livello internazionale come “Il Caravaggio”, l'Aeroporto di Bergamo-Orio al Serio occupa una posizione strategica, distante solo 5 km dal centro di Bergamo e 50 km dal centro di Milano. Snodo di collegamento aereo fondamentale, assieme all'aeroporto di Milano-Malpensa e all'aeroporto di Milano-Linate forma di fatti il sistema aeroportuale milanese con oltre 49 milioni di passeggeri annui.
Nato a fine anni Trenta per scopi militari, solo nel 1970 viene trasformato in aeroporto civile con la costituzione della "Società per l'Aeroporto Civile di Bergamo - Orio al Serio - SACBO", ma il suo primo sviluppo concreto arriva tempo dopo nel 2002, in concomitanza con la chiusura temporanea di Linate per un rifacimento della pista e la deviazione di parte del traffico su Bergamo. In quest'occasione lo scalo ha saputo dimostrare di essere pronto e attrezzato per supportare volumi di traffico molto importanti. Negli anni successivi inizia così una crescita esponenziale e, nel giro di poco tempo, diventa il più importante scalo italiano dei voli a basso costo, arrivando a essere considerato per società di ricerche specializzate uno tra i 10 migliori aeroporti low-cost di tutto il mondo.

Dal 2011 l’Aeroporto acquista una nuova veste, intitolato al celebre pittore Michelangelo Merisi noto in tutto il mondo come Caravaggio, vive una fase di sviluppo progressivo sorprendente a partire dal rifacimento della pista, dalla creazione di un nuovo piazzale nord e relative vie di rullaggio, fino a lavori di aggiornamento e ingrandimento dell'aerostazione lato arrivi, che ha portato alla crescita definitiva dei gate di imbarco e alla realizzazione di nuove attività commerciali interne.

Da oltre cinque anni l'aeroporto supera i 10 milioni di passeggeri trasportati in un anno confermando la sua attuale terza posizione nella classifica degli aeroporti italiani per traffico passeggeri.
Un aeroporto di importanza mondiale ormai, che spesso va ad accogliere senza difficoltà, oltre al proprio traffico ordinario, anche parte dei voli normalmente in programma all'aeroporto di Milano-Linate.

Recentemente l’Aeroporto “Il Caravaggio” ha vissuto una nuova fase di ammodernamento, realizzando un completo rinnovo degli impianti di illuminazione esterna per le piste e per l’area park aeromobili, grazie al supporto illuminotecnico di Thorn Lighting, brand del gruppo Zumtobel.
Il progetto di riqualificazione illuminotecnica ha previsto la sostituzione di tutti i corpi illuminanti installati sulle alte torri faro delle aree esterne oggetto di progetto, con il fine ultimo di ottimizzare i consumi energetici.

L’impianto esistente prevedeva già proiettori Thorn con lampade a Scarica, sia del tipo asimmetrico Troika equipaggiato con lampade da 600 W, sia del modello Mundial e Champion con lampade da 1000 W. Pur essendo ancora perfettamente funzionante, l’installazione risultava vecchia di oltre 20 anni e rifletteva la tecnologia di quel periodo. Erano quindi necessari frequenti interventi di manutenzione per la sostituzione delle sorgenti che stavano raggiungendo il termine del loro ciclo di vita.
L’area complessiva della ristrutturazione risulta estesa per circa 40 ettari sul lato “airside,” in cui sono posizionate le torri faro, 29 di queste per illuminare le piazzole di sosta degli aeromobili, mentre 3 sono dedicate alla zona Hangar e manutenzione. I proiettori esistenti erano oltre 170 con una potenza istallata superiore a 150 KW.
La direzione tecnica dell’aeroporto ha indetto una gara per la fornitura dei proiettori illuminotecnici, i quali dovevano essere allocati sui supporti esistenti. Il progetto, inoltre, doveva tener conto dei requisiti illuminotecnici previsti dalle norme dell’Agenzia Europea per la Sicurezza Aerea (EASA).

In risposta alla richiesta, Thorn Lighting ha proposto apparecchi LED di ultima generazione in due versioni; Altis LED con una potenza unitaria di 950 W ed Aeraflood Pro da 300 W. Si tratta di proiettori LED di altissima efficienza che riescono a garantire un consistente risparmio sia a livello di consumo energetico sia per quanto riguarda i processi di manutenzione dell'impianto. Grazie alla massima prestazione ottica è stato possibile realizzare un’illuminazione di alta qualità che permette di rispettare sia i requisiti di illuminamento orizzontale, essenziale per la visibilità dei piloti, sia di illuminamento verticale, fondamentale per una perfetta visione di tutto il piazzale da parte dei controllori di volo. La temperatura di colore scelta di 4000K, a sostituzione della vecchia di 2000K propria delle precedenti lampade al sodio ad alta pressione, ha permesso di migliorare enormemente l’aspetto visivo e la percezione dei colori, quindi l’acuità visiva, aspetto fondamentale per garantire maggiore sicurezza nelle manovre e negli attraversamenti di veicoli, aeromobili e persone; questa scelta ha inoltre permesso di evitare l’utilizzo di lampade con temperatura di colore eccessivamente fredda che avrebbero potuto entrare in contrasto con i principi enunciati dalle leggi regionali contro l’inquinamento luminoso. L’esclusivo controllo del flusso luminoso dell’Altis LED e dell’Aeraflood Pro ha permesso di ottenere, sempre garantendo una luce dispersa nulla, il massimo comfort per tutti gli utenti, mentre il loro posizionamento e orientamento è stato curato in modo da evitare possibili abbagliamenti disabilitanti e molesti sia per i controllori del traffico aereo sulla torre di controllo, sia per i piloti all’interno degli aeromobili. L’intervento ha complessivamente previsto l’installazione di oltre 250 apparecchi, limitando la potenza impegnata a circa 93 KW, con una riduzione dei consumi di quasi il 40%. Essere stati scelti per poter riproporre i propri prodotti, è per Thorn la migliore dimostrazione di affidabilità e qualità del prodotto.

Il nuovo impianto di illuminazione firmato Thorn Lighting ha così donato all'Aeroporto “Il Caravaggio” una nuova estetica e un migliore comfort visivo, garantendo inoltre il pieno rispetto degli standard europei per la sicurezza delle aree a parcheggio degli aeromobili, imposti dalla nuova normativa comunitaria EASA - European Aviation Safety Agency.


Elena Pampalone